IV Dibattito internazionale Be4eat 2015

A distanza di una settimana esatta dall’arrivo di T. Colin Campbell in Italia non mi rimane altro che dirvi…GRAZIE!

Schermata 2015-10-19 a 19.13.30Grazie a tutti i partecipanti, più di 1.200 persone nelle tre giornate formative su alimentazione vegetale e stili di vita integrale, che con la loro presenza e volontà di scoprire e imparare hanno reso possibile questo IV Dibattito Internazionale Be4eat.
L’attenzione e la concentrazione riservata nelle otto ore di discussione giornaliera su argomenti scottanti come oncologia e dieta, nutrizione e tossicologia merita un plauso e un invito a non fermarsi qui.DSC_0389
La scienza e la ricerca medica hanno ancora molto da dire e insegnare a tutti noi.

Grazie ai 40 relatori, medici, professionisti ed esperti della salute che DSC_0185per tre giorni si sono susseguiti su un DSC_0044palco con 8 tavole rotonde che per capacità, professionalità e innovazione nella ricerca e nella cura dei pazienti non ha avuto eguali in Italia e in Europa.
A tutti loro un grande incoraggiamento a proseguire lungo la strada intravista e nel tentativo di avviare un cammino comune di studio e ricerca medico scientifica su tematiche centrali alla salute.

DSC_0003Grazie ai 50 volontari da tutta Italia che con amore, generosità e professionalità hanno messo a disposizione il loro tempo e il loro impegno in un congresso in cui per primi hanno creduto e hanno dato sostegno.
E’ per merito loro e dei tanti partecipanti che l’associazione Be4eat può oggi continuare a progettare e costruire momenti di dibattito, confronto e ricerca medico scientifica in Italia.

Un grazie di cuore, dunque. E un arrivederci a presto con tutte le attività che stanno DSC_0022prendendo il via in questi giorni, da trasmissioni televisive dedicate ai progetti di informazione nelle scuole e negli ambulatori dei medici di base.
Perché il nostro lavoro non è finito. E il tentativo di rispondere alle tante domande che ogni giorno vengono poste in ambulatorio è solo all’inizio.

“Perché dottore sto male?”
“Perché ho il cancro?”
“Perché ho il diabete?”

Quando 4 anni fa ho chiesto in ospedale perché mio figlio stesse male mi è stato risposto: “Succede”.
Oggi la scienza medica può dire molto di più. E’ sufficiente starla ad ascoltare.