Gennaio 22, 2014

CAVOLI… A MERENDA!

Schermata 2014-01-22 a 15.27.31“Mamma, che c’è da mangiare?”

Moltiplicala per 4 con una media di 5 volte al giorno, 7 giorni su 7, e ti è chiaro perché sto scrivendo questo post: PER SOPRAVVIVENZA! Tuttavia è cosa certa ormai che sopravvivere in cucina, oggi, è un arte da non sottovalutare. E così a quanti mi chiedono quotidianamente come faccio a far mangiare ogni santo giorno chili di verdure ai miei 4 rampolli rispondo con assoluta onestà: affamandoli! Battute a parte, credo in verità di fare cosa gradita a molte di voi condividendo qualche piccolo “dettaglio” casalingo che di chef non ha proprio nulla, ma che di fatto va diritto al punto: tutti mangiano, si saziano, tacciono e … crescono!! In soli 20 minuti! (nel restante tempo aspiro, spolvero, stendo, correggo compiti, rispondo a mail… :-)) Ieri era una giornata così: 20 minuti per cucinare e il resto in macchina a consegnare pargoli alle diverse attività sportive pomeridiane. Quando alle 13.30 varco la soglia di casa con il mio carico di cartelle, computer e sacchetto della spesa la domanda è scontata: Mamma, che c’è da mangiare?

PASTA CON CAVOLO VERDEfoto-1

Detta così, non la mangia nessuno! 😉 Ma se la chiami pasta al pesto, le cose cambiano. Soprattutto se il procedimento è quello di sempre: INGREDIENTI pasta cavolo verde pinoli pomodorini olio sale PROCEDIMENTO Metti a cuocere il cavolo in acqua e sale. Una volta lessato (non deve essere troppo duro ma neanche troppo mollo), prendine una parte e mettila in un tritatutto. foto-3 Aggiungi dei pinoli, dell’acqua di cottura e trita. Quindi aggiusta con sale e olio a seconda dei gusti. foto-4foto-2 Nell’acqua avanzata butta la pasta. E inizia ad aspirare il salotto :-), dopo aver tagliuzzato a piacere un po’ di pomodorini e averli conditi con olio, sale e origano.

Una volta cotta la pasta (noi usiamo quella di riso per problemi con il glutine), unisci il tutto (sugo, pomodorini e qualche pezzettino di cavolo intero se piace) e… BUON APPETITO!

Con il sugo avanzato, ho guarnito delle gallette di riso (ma il pane integrale è meglio!!!) servite con un po’ di verdura cruda di contorno. … SPARITI TUTTI!foto-5

Ovviamente fino a merenda! Ma qui il posto lo lascio a chi di bravura ne ha molta più di me e domenica pomeriggio, a Milano, insegnerà tutti i trucchi del cioccolato fondente per una merenda gustosa e soprattutto… senza cavoli!!!! Buon week end  🙂 Schermata 2014-01-22 a 16.18.34  ]]>