Foto: "Cooky splash" by babi (Flickr)

In Italia se ne parla poco. Eppure all’estero di ricerche ne hanno fatte tante. E il risultato è sorprendente:

tuo figlio ha difficoltà a scuola? Colpa del caffelatte la mattina!!
La letteratura specialistica in tal senso è piena.
Esistono libri e fior di professionisti che parlano della connessione esistente tra alimentazione ed energia vitale.
Ma del resto non ci vuole uno scienziato per dirci che il cibo è la benzina della nostra vita. E quindi, tanto quanto non ci sogniamo di dare del diesel ad una macchina che carbura a gas, allo stesso modo non possiamo pretendere che nostro figlio carburi al meglio se nel suo stomaco gli immettiamo alimenti a digestione complicata.
Ed eccoci al nodo della faccenda.
DAVVERO IL LATTE E’ COSI’ INDIGESTO?
Personalmente non ho dubbi.
E non lo dico solo per tutti i libri che ho letto.
Sta nei fatti.
Hai mai provato a salire sul tapisroulant dopo una porzione di purè? O hai mai deciso di affrontare una camminata in montagna dopo una colazione a base di caffelatte e brioche?
Meglio lasciar perdere, concordo con te.
COSI’ ANCHE MIA FIGLIA! Mi fa un certo che farla partire ogni mattina atterrata in partenza dal bagaglio che si porta… dentro!! E CHE CI HO MESSO IO!!!!
Eppure è  vero: per noi, mamme italiane, non è facile cambiare.
Da secoli ci hanno convinto che:

senza latte i denti si cariano

la pasta fa ingrassare

il brodo si beve con la febbre

il pomodoro si magia in carrozza…

Insomma…. che avremo mai da imparare dalle altre mamme europee!!!

Nicla Signorelli