La verità è che è molto meglio un piatto pieno zeppo di fagiolini che 30 grammi di tutto e col contagocce”.

Gioviale, sereno, soddisfatto. È così che Carlo Binetti, 43 anni, originario di Bari e una grande, grandissima fame di cambiamento ha detto addio ai suoi primi 14 chili di troppo. “Questa volta– ci racconta al telefono-ho capito. So finalmente cosa eliminare e perché.Senza tutti quei conti o conticini su cosa e quanto abbinare a una pietanza piuttosto che ad un’altra”. Perché anche se sei in dieta dimagrante, sottolinea il nostro amico, l’occhio vuole la sua parte. E alla lunga, “la fame vien pensando a quante calorie mettere e togliere dalla bocca”.

Tutta un’altra storia invece con Be4Eat e Campbell.

È per questo che Carlo ci ha contattato e ci ha scritto, subito dopo, una mail. Per ringraziarci dell’incontro organizzato lo scorso 4 luglio a Bari con uno dei nostri più motivati partner, lo Zio MIKE. E soprattutto per raccontare nel nostro blog la sua storia “nella speranza– afferma-che possa servire a qualcun altro. Perché so bene quanto sia difficile cambiare. E anche quanto poco occorra, invece, per fare un salto di qualità”.

È con il suo consenso, dunque, che pubblichiamo la sua lettera e ci uniamo alla sua speranza di poter ispirare o aiutare qualcun altro a compiere il difficile ma certo non impossibile cambiamento verso una nuova qualità di vita. Grazie Carlo. Buona lettura!

TRIGGIANO. 08 Agosto 2012

Cara Nicla,

Con tanto entusiasmo e felicità ti scrivo questa mail per informarti che per quanto mi riguarda la partecipazione all’evento (Meet up di Be4Eat) del 04 Luglio a Bari non è stata vana, al contrario è stata molto efficace in quanto seriamente da quella esperienza ho deciso di dimagrire. E i risultati ottenuti sono già ora entusiasmanti.

Il mio nome è Carlo Binetti. Sono nato a Bari il 25/03/1969, vivo a Triggiano ( in provincia di Bari ), ho 43 anni e sono sposato con una bellissima moglie di cui sono innamoratissimo e ho 2 bambine rispettivamente di 12 anni e 9 anni che adoro vivamente. Lavoravo come impiegato addetto alle vendite presso un noto mobilificio a Triggiano ma successivamente, per motivi di salute, ho dovuto sospendere il lavoro per curare il mio stato di salute che negli ultimi tempi è un po’ precario.

Il mio peso era di kg. 161. Soffro di una grave obesità che mi procura delle apnee respiratorie durante il sonno e pertanto la notte dormo con un apparecchio che mi permette di respirare in maniera più regolare grazie all’attività di ossigenoterapia.

Carlo e la moglieLa stessa obesità nel tempo (circa 5 anni fa) mi ha procurato una cardiopatia particolare dovuta ad una cattiva fase di pompaggio del sangue all’interno del mio organismo chiamata “frazione di eiezione limitata al 30% circa contro il 60% di un soggetto sano (al dire dei medici molto precaria e pericolosa). Soffro di una forma di diabete alimentare, ho una lieve forma di allergia alle graminacee e alberi degli ulivi in fioritura che mi procura una lieve asma bronchiale.

Insomma sono quasi da rottamare!!!!

Nel tempo ho cercato di dimagrire e tempo fa mi sono anche rivolto ad una nutrizionista ma purtroppo la cosa non ha avuto alcun risvolto positivo. Non avevo la convinzione mentale e la voglia effettiva di voler dimagrire visto che la cosa comporta dei sacrifici enormi che non sempre si riescono a sopportare.

La mia alimentazione era molto disordinata e ovviamente molto esagerata, piena di carboidrati e proteine animali. Immagina quindi quanta pasta e pane mangiavo oltre ai vari pezzi di pizza e focaccia di cui vado matto!!!

Ero un assiduo e regolare mangiatore di carne cucinata in tutte le sue varianti senza poi elencarti salumi e formaggi che consumavo. Ricordo ancora i bei panini con mortadella appena tagliata e mozzarella fresca con pomodoro, patatine fritte, hot dog ecc. ecc.

Insomma il tutto da fare schifo!!!

A questo punto la domanda nasce spontanea: “che cosa è successo nella mia mente da farmi rifiutare tutto ciò e decidere seriamente di dimagrire?”

Bene, il 04/07/2012 a Bari ho avuto il piacere di partecipare alla conferenza di presentazione del libro “The China Study”, scritto dal dott. Colin Campbell con suo figlio Thomas, e del seminario che il dott. Campbell terrà a Vicenza il 21/09/2012.

La mia partecipazione a questo incontro mi è stata imposta da mio fratello e sua moglie, la quale è una collaboratrice fidata del sig. Michele Tribuzio, nonché zio Mike.

In questa circostanza si è parlato dei danni che i cibi contenenti proteine animali arrecano al nostro organismo: carne, pesce, uova, formaggi, latticini e quant’altro sono considerati cibi cancerogeni e sopratutto danneggiano il nostro apparato circolatorio causando infarti e cardiopatie varie, oltre a far accumulare grassi a tal punto da farci diventare obesi (come me). Ho assistito alla visione di un documentario che denuncia i danni che arrecano il consumo dei cibi sopracitati in termini di malattie cardiache e cancerogene.

Tutto questo mi ha sconvolto letteralmente la vita suscitando in me quella forte voglia di mettermi a dieta e di correggere in brevissimo tempo la mia alimentazione per iniziare in maniera più concreta a salvaguardare seriamente la mia salute e il mio corpo.

Ho deciso di eliminare quasi completamente tutti i cibi contenenti proteine animali e carboidrati, che mi facevano solo ingrassare, per dar spazio a quei cibi come verdure, ortaggi, frutta e cereali, che non arrecano danni alla nostra salute sotto tutti i punti di vista e che mi permettono di perdere peso. Sto facendo anche uno sforzo in termini di educazione alimentare mangiando in modo più corretto, in orari della giornata che mi permettono di avere una buona digestione, senza esagerare con le quantità.

Oggi la mia alimentazione è basata sopratutto sul consumo di verdure e ortaggi, frutta e cereali ( farro – grano – orzo ), legumi ( ceci – fagioli – lenticchie ecc.), bevo solo acqua naturale e, solo al mattino (ancora non riesco a distaccarmene totalmente), bevo un po’ di latte parzialmente scremato con 5 fette biscottate integrali. Ho sostituito la pasta raffinata con pasta integrale e poco pane integrale.

Questa nuova alimentazione non segue delle quantità specifiche e mi regala quella giusta sensazione di sazietà che mi permette di dimagrire senza fare tanti sforzi.

Nel giro di circa un mese ho perso ben 14 kg grazie a quella che chiamo “Terapia Campbell” e grazie anche all’aiuto della mia famiglia che in questa circostanza è fondamentale.

La mia cara moglie, poiché è la cuoca di casa, provvede a prepararmi un pranzo dietetico e salutare oltre a seguire in parte la mia alimentazione. In due è più facile sposare appieno questo mio progetto, mentre le mie adorabili figlie mi spronano ad attenermi scrupolosamente a questa alimentazione controllando sopratutto le quantità e il tipo di cibo che consumo.

Devo ammettere fortunatamente che questa volta mi riesce più facile seguire una buona dieta: ho raggiunto quella convinzione psicologicache mi permette di andare avanti, ho ritrovato un po’ di buon umore in più, una buona serenità interiore e familiare e non mi sento più solo ad affrontare e realizzare questo progetto di vita.

Il mio obiettivo, in questo cammino di vita, è di perdere i 60 kg di troppo che affliggono il mio corpo, e arrivare ad un peso di circa kg.100.

Spero col tempo di riuscirci: oggi ho la giusta convinzione per farlo.

A breve ti darò altre mie notizie sull’andamento di questa avventura, e al momento ti mando i miei più affettuosi abbracci e ti augurio tanta buona vita

In fede

Carlo