Ebbene sì.

Mi ha colpito questa notizia, pubblicata a gennaio da Adnkronos Salute, secondo la quale i miei e i tuoi attacchi d’ansia (perché non ne hai!!!) 🙂  potrebbero essere causati della mia o dalla tua dieta.

Tu ci avevi mai fatti caso?
Io… NO!
Eppure così ci dicono dall’Australia:

 

PIÙ TI ABBUFFI E PIÙ TI ANSI!
Anzi, PIÙ TI DEPRIMI!

E mica solo per la pancia!

I ricercatori (cosa seria, insomma!) assocerebbero il consumo di cibi grassi al 50% di possibilità in più di sviluppare “disturbi psicologici come ansia e depressione” .
Insomma:

SGRANOCCHIA UN RINGO E FINISCI AL NEURO!

Ecco, bravo, ridi!
Ridi che ti passa, come direbbe mio nonno.
Ma la cosa rimane.

Perché la ricerca australiana continua con un dato ottimista: la diffusione al femminile (ti pareva! 🙂 di depressione e ansia scende del 30% fra le donne che si nutrono con molta frutta, verdura e farina integrale.
E qui si potrebbe fare un trattato.

Così, su due piedi, me ne vengono almeno tre di connessioni:

  • l’importanza dell’acqua nell’equilibrio dell’umore (ti farò un post appena riesco!);
  • la pellicola indigesta del latte e dai suoi derivati (questo già lo sai, vero?!!);
  • l’energia del corpo e la basicità del nostro stomaco (su questo, mi sa che è meglio che ti scrivo qualcosina!)

Detto ciò, comunque, una cosa è certa: se hai un men che minimo dubbio su come tirare sera,

SBUCCIA UNA CAROTA E STAI SEMPRE IN PISTA!

O forse è meglio dire in FORMA?
Sì perché un dubbio, a noi donne ansiogene e curiose, ci viene: non è che la depressione si smaltisce insieme a pancia e glutei?
No perché allora, altro che australiani ci volevano a testare una ricerca!
ENTRA in palestra o ad un corso di acquagym:  NON VEDI COME SORRIDIAMO?!  🙂

Nicla Signorelli